31.10.2019Lombardei

Un network europeo per la ricerca in montagna

Secondo le recenti indicazioni della Comunità Europea nel programma Horizon 2020, è riconosciuto a livello comunitario il ruolo centrale delle regioni montane per il benessere di molte aree europee, in particolare per l’approvvigionamento di acqua ed energia, il turismo e i servizi ecosistemici.

Le montagne europee ospitano un alto grado di biodiversità, comprese molte specie endemiche che non si trovano in nessun altro luogo e per questo risultano particolarmente soggette ai cambiamenti antropici e climatici e necessitano un’attenzione particolare dal mondo scientifico e della governance.

 I paesi europei gestiscono eccellenti infrastrutture di ricerca nelle regioni montane e sono leader in molti settori riguardanti il ​​clima, gli ecosistemi, la vita in ambienti estremi, il monitoraggio dell'inquinamento e altri aspetti. Fare un uso più efficiente di queste risorse e degli ultimi sviluppi scientifici per affrontare la sfida di preservare e valorizzare i territori montani, contribuendo allo stesso tempo agli sforzi di mitigazione dei cambiamenti climatici rivolti a questo specifico ecosistema, richiede un alto grado di coordinamento in Europa e oltre.

Con questo scopo, riconosciuto dall’Unione Europea, nasce NEMOR. NEMOR è una rete europea di enti di ricerca che si occupano del tema montagna in vari filoni e campi, con lo scopo di promuovere e coordinare la ricerca e lo sviluppo sostenibile dei territori montani Europei. Il network, esclusivamente dedicato alla ricerca in Europa, collabora però attivamente con l’associazione Euromontana, che sostiene le necessità dei territori montani a livello politico presso il parlamento europeo ed MRI (Mountain Research Institute) che si occupa invece delle montagne a livello globale.

NEMOR ha una nascita recente (2017) ma ha già prodotto importanti documenti comuni come l’agenda strategica per la ricerca “Mountains for Europe’s Future”, e “NEMOR VISION, European mountains test-beds for Europe to face global changes”. Quest’ultimo immagina il contributo della ricerca nei territori montani fino al 2030 per affrontare i problemi globali e sostiene la necessità di un topic specifico per la montagna nei programmi di finanziamento europei. I principi fondanti di NEMOR sono la protezione dei territori montani, lo sviluppo sostenibile, la collaborazione con gli stakeholders del territorio e la promozione dei legami tra montagne e territori urbani.

Un membro attivo e fondatore di tale Network è CRC Ge.S.Di.Mont, Centro di Ricerca Coordinata «Centro di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna – Ge.S.Di.Mont», che, come rappresentante del dipartimento DISAA (Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia) dell’Università degli Studi di Milano, aggiunge questa importante collaborazione alle sue varie attività sui tavoli internazionali. Attualmente, il coordinatore del Network è il Professor Bernat Claramunt López del CREAF (Ecological and Forestry Applications Research Centre) dell’Università di Barcellona.

Media

Più Stories