Progetto

Patrimonio alimentare, filiere e paesaggi produttivi

Patrimonio vivente delle aree alpine

Informazioni

Il patrimonio alimentare alpino, che include valori culturali comuni, è un elemento chiave per il mantenimento e la conservazione della diversità culturale e la garanzia di uno sviluppo sostenibile dei territori: le comunità alpine sono protagoniste attive nella trasmissione di queste conoscenze alle nuove generazioni. Questi temi sono discussi a livello internazionale, e nelle Direttive Operative UNESCO, anche per la costruzione di Inventari partecipativi dei patrimoni immateriali.

La partecipazione, l’autorappresentazione e la percezione che le comunità locali hanno dei propri beni sono elementi indispensabili per la governance territoriale del patrimonio alimentare.

Nell’ambito del progetto si intende mettere a disposizione di tutte le Regioni Arge Alp la piattaforma dell’Inventario del Patrimonio Immateriale delle Regioni Alpine www.intangiblesearch.eu, uno strumento per la salvaguardia e la valorizzazione, che coinvolge direttamente le comunità per lo storytelling del proprio patrimonio immateriale. L’inventario è gestito da Regione Lombardia - D.G. Autonomia e Cultura - Archivio di Etnografia e Storia Sociale che ha sviluppato questa piattaforma attraverso progetti europei.

La metodologia che si propone di adottare per le attività di progetto è in linea con le Direttive UNESCO e metterà in relazione, su un tema comune, le policy delle Regioni Arge Alp, al centro di un processo partecipativo innovativo e multisettoriale.

Il progetto prevede l’organizzazione di workshop con le comunità e con i policy maker per l’individuazione di una filiera produttiva comune a tutte le Regioni Arge Alp coinvolte. Il progetto si propone quindi di raccontare e valorizzare filiere produttive alpine peculiari, non solo per tipologia e per cultura identitaria, ma anche per un rilancio in chiave di risorsa economica e sociale, come fattori di resilienza in periodi di emergenza e post-emergenza Covid-19, e settori di nuova occupazione per i giovani. Verranno prodotti materiali video per il racconto della filiera individuata.

Tutti gli attori coinvolti nel processo, scuole alberghiere e istituti di formazione che operano nei settori dell’alimentazione saranno coinvolti come parte attiva per la disseminazione dei risultati del progetto.

Obiettivi del progetto

  • Valorizzare il patrimonio alimentare alpino attraverso processi di governance e di salvaguardia partecipata. Verrà individuata una filiera produttiva che evidenzi le specificità territoriali e i tratti comuni delle Regioni alpine coinvolte
  • Rafforzare il senso di appartenenza e il valore dei patrimoni comuni aumentando la consapevolezza delle comunità, delle amministrazioni locali e dei policy maker. Attraverso la metodologia dei workshop di capacity building UNESCO partecipativi si affronteranno i bisogni delle comunità locali per la valorizzazione e la salvaguardia di questi beni comuni
  • Potenziare la collaborazione attraverso un modello di cooperazione intersettoriale. Mediazione per la cooperazione strategica e politica di settori quali cultura, agricoltura di montagna, ambiente, sviluppo economico
  • Implementare network esistenti sul tema del patrimonio alimentare alpino per il suo riconoscimento nelle Liste UNESCO ICH

Durata del progetto: 2021-2022