12.10.2022Südtirol

Arge Alp: nuovo progetto comune dedicato alla tradizione locale

Il progetto "Tradizione - Diversità - Cambiamento" punta ad individuare le connessioni tra tradizioni ed integrazione, attraverso dialoghi tra le popolazioni delle regioni partner di Arge Alp

L'importanza della tradizione nel mondo di oggi è il tema focale al centro della seconda parte del progetto Arge-Alp "Tradizione-Varietà-Cambiamento". Nei prossimi due anni, sette regioni alpine lavoreranno sotto la direzione dell'Ufficio di coordinamento per l'integrazione, del Dipartimento della cultura tedesca della provincia di Bolzano, per mostrare il ruolo delle tradizioni nel processo di integrazione dal punto di vista della popolazione e per rendere visibile la diversità culturale e sociale della regione alpina. Oggi (12 ottobre) l’ambizioso progetto è stato lanciato a Bolzano.

Se nel precedente programma esperti di diversi settori avevano affrontato il tema della tradizione e dell'integrazione, il passo successivo è stato concepito per sviluppare un processo partecipativo coinvolgendo la popolazione nei dialoghi e nelle misure. Durante l'evento inaugurale sono state definite le due domande che saranno elementi centrali dei "dialoghi" in tutti i Paesi membro di Arge-Alp. Ai dialoghi sono invitati il pubblico, gli esperti regionali di cultura e integrazione, le associazioni culturali e tradizionali e le associazioni di migranti. Essi si svolgeranno tra marzo e novembre 2023.

Tradizione: diversa, mutevole e transfrontaliera

Le misure previste si basano sulle priorità della Comunità di Lavoro dei Paesi Alpini nel campo dell'integrazione. Questa include l'interpretazione della tradizione come qualcosa che, non solo si tramanda, ma si può creare e modificare. La tradizione dovrebbe essere comunicata come qualcosa di diverso, mutevole e che trascende i confini.

Secondo l'Ufficio di coordinamento per l'integrazione, è importante coinvolgere nelle attività del progetto associazioni culturali, associazioni interculturali, organizzazioni di migranti, musei e organizzazioni non governative. Oltre ai dialoghi moderati, sono previste visite ai musei con installazioni video in tutte le regioni partner.  Oltre alla provincia di Bolzano, partecipano al progetto il Trentino, le province austriache del Tirolo, del Salisburghese e del Vorarlberg, il Cantone dei Grigioni e la regione Lombardia.

Tutte le informazioni sul progetto Arge Alp "Tradizione-Varietà-Cambiamento" - koordinierung-integration@provinz.bz.it